4 APP PER RIVOLUZIONARE LE IMMAGINI

 

“Possiamo avere tutti i mezzi di comunicazione del mondo, ma niente, assolutamente niente, sostituisce lo sguardo dell’essere umano.”
(Paulo Coelho)

Nella societa’ odierna le immagini prevalgono in maniera assoluta. Non e’ vero che l’occhio vuole la sua parte, la pretende. Siamo ormai abituati a prendere decisioni piu’ su quello che vediamo che su cio’ che ascoltiamo.

Basti pensare all’idea che ci facciamo di una persona, attraverso il suo profilo Instagram o Facebook; oppure al prodotto che scegliamo su un sito e-commerce, grazie alle foto che ci vengono mostrate.

Paulo Coelho aveva davvero ragione quando ha affermato che lo sguardo umano e’ insostituibile, infatti l’immagine ha un forte potenziale sull’uomo.

L’IMMAGINE SUSCITA EMOZIONI E INTERESSI

Siamo immersi in una societa’ in cui tutto e’ filtrato da foto, video e immagini e spesso non riusciamo a scindere realta’ dalla fantasia. Questo perche’ le immagini possono essere modificate e darci una percezione completamente alterata.

L’era digitale e le innovazioni tecnologiche ci consentono di creare contenuti sempre esclusivi e a portata di un click. Siamo immersi in un flusso di informazioni che coinvolgono principalmente i sensi dell’udito e della vista e paradossalmente, tutti questi mezzi comunicativi limitano la comunicazione verbale.

Passiamo molto piu’ tempo a guardare lo smartphone o il pc, piuttosto che osservare l’ambiente circostante e vedere la naturale bellezza delle cose. E’ chiaro che la bellezza e’ soggettiva, per cui cio’ che osserviamo non avra’ il potere di suscitare per tutti le stesse emozioni. Cio’ dipende dal contesto in cui siamo cresciuti, dal nostro vissuto e dalle esperienze passate.

La pubblicita’, per esempio, e’ nata proprio da questa consapevolezza. I video e le immagini riprodotte avevano come obiettivo quello di scaturire nell’osservatore un interesse. Nella pubblicita’ e’ molto importante la scelta dei colori, della musica, del taglio, della scrittura, pertanto in base al target si utilizzeranno mezzi differenti per comunicare un determinato messaggio.

Questa consapevolezza e’ stata poi applicata nella logica strategica dei siti e-commerce. Per la vendita di un prodotto o servizio si creano delle immagini suggestive da suscitare un forte interesse nell’osservatore, il quale si trasformera’ in un potenziale cliente.

COME CREARE IMMAGINI COINVOLGENTI FAI DA TE

Per incrementare le vendite, molte aziende si affidano alle agenzie di comunicazione, le quali si occupano della creazione di contenuti audio-visivi e della sposorizzazione dei prodotti online. Affidarsi a questi specialisti e’ una mossa vincente, perche’ saranno in grado di enfatizzare le caratteristiche del prodotto.

Spesso sono le aziende emergenti ad avere bisogno di questi specialisti, ma non hanno abbastanza denaro da investire. Per fortuna, le app sul cellulare e i programmi online permettono di creare contenuti di alta qualita’, senza dover spendere un euro, grazie alla loro versione gratuita.

Le applicazioni piu’ gettonate al momento e abbastanza semplici da usare, sia con lo smatphone che con il computer sono: Canva, Snapseed, Lightroom e Vsco.

CANVA

Si tratta di un’applicazione che e’ presente sia sul cellulare che nella versione online. E’ adatta per creare collage, biglietti di auguri e immagini per i blog.

Ha un sacco di templates che possono essere usati per le copertine Facebook o nel format dei post di Instagram. Inoltre permette di trovare foto e di usare una miriade di font in base al contenuto che vogliamo creare. E’ una piattaforma davvero professionale e semplice nel suo utilizzo.

L’unico problema e’ che spesso le foto piu’ belle sono nella versione Premium, cioe’ nella sezione a pagamento. Bastera’ effettuare una ricerca online per trovare l’immagine che piu’ ci piace ed importarla gratuitamente su Canva.

SNAPSEED

Questa applicazione e’ usata da molti utenti per i loro profili o dagli influencers, per creare foto inedite e impostare determinati filtri. Rispetto a Canva, utilizzata principalmente nel campo grafico, Snapseed e’ un’app che consente di modificare le foto singolarmente, mettendo a disposizione strumenti che riprendono in parte quelli di Photoshop: selezione, deselezione, scontorno e regolazioni varie.

Inoltre mette a disposizione vari filtri per creare effetti vintage e professionali che e’ possibile regolare a proprio piacimento e applicare su altre foto, grazie al CTRL+C e CTRL+V delle modifiche.

LIGHTROOM

E’ l’applicazione maggiormente utilizzata per modificare il colore delle foto e renderle piu’ vivaci o piu’ intense. Consente infatti di regolare la luminosita’, il contrasto e la saturazione di ogni singolo colore, creando un effetto totalmente diverso. Lightroom e’ disponibile anche nella versione mobile, per chi ha la necessita’ di pubblicare immediatamente una foto.

Ormai e’ usata da molti utenti sul web, anche perche’ e’ abbastanza intuitivo e il risultato e’ professionale. Inoltre sono disponibili preset Lightroom online, gratuiti o a pagamento, per chi non e’ in grado di creare autonomamente un filtro professionale.

VSCO

Questa app ha rivoluzionato il mondo di Instagram grazie ai numerosi filtri di cui disponde che rendono le foto inedite. L’utilizzo dello stesso filtro per tutte le foto garantisce una omogeneita’ del profilo.

Questo e’ stato il fattore che ha reso celebri alcuni utenti di Instagram. Usare lo stesso filtro, vuol dire creare un proprio tratto distintivo: alcuni utenti si distinguono per l’uso di colori piu’ vivaci e caldi, altri per l’utilizzo di colori freddi e minimal.

TRA PALCO E REALTA’

Queste sono le 4 app che hanno riscosso maggiore successo. Ma quanto conta modificare le immagini? Se l’intento era quello di creare foto esclusive, oggi la situazione sembra essere sfuggita di mano.

Molti utenti usano i filtri non solo per avere un risultato professionale, ma per stravolgere quello che sono realmente. Queste applicazioni sono nate per catturare l’attenzione degli spettatori e non per modificare quello che siamo, pertanto si dovrebbero usare con maggiore consapevolezza.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *