Crowdfunding: guida alla gestione dei commenti

Cos’è il crowdfunding?

CROWDFUNDING UTILIZZA I SOCIAL NETWORK PER RACCOGLIERE FINANZIAMENTI DA TERZE PARTI. LE START-UPS LO USANO PER ACQUISIRE UNA BASE ECONOMICA DA CUI SVILUPPARE LA LORO IDEA, FACENDO DECOLLARE IL LORO PROGETTO.

 

Avere una buona reputazione online o beneficiare del supporto dei social network ti puó aiutare a raggiungere maggiore visibilitá. Quindi, è molto piú semplice ricevere fondi per il tuo progetto. Maggiore è la notorietà della tua idea, maggiori sono le possibilitá che grandi e piccoli finanziatori credano ed investano su di te.

Esponendo il tuo progetto ad un vasto pubblico ovviamente riceverai dei feedback. Ciascun commento ti puó aiutare a migliorare il tuo progetto. Infatti, potrebbero esserci critiche negative. Usale sempre in maniera costruttiva. Prendile come un’opportunitá per crescere e far meglio!

Bisogna sempre vedere il bicchiere mezzo pieno… non vuoto!

Anche se i commenti sono positivi o negativi, ricorda di essere sempre molto grato.

I recensori hanno avuto il tempo di ascoltarti e valutare la tua idea e il tempo è oro. Quindi, non dimenticare di ringraziarli!

Dovresti anche essere consapevole che tra tutti i commenti che riceverai, ci saranno critiche non ben gradite. Il tuo compito è distinguere le “negative-costruttive” da quelle “futili“, scritte semplicemente per causare danni.

COME GESTIRLE?

Inizialmente, è consigliabile distinguere le critiche negative in due categorie e quindi riflettere su come organizzarle al meglio senza essere impulsivo.

Attenzione! Essere impulsivo non è una scelta.

Creare una strategia è la soluzione migliore per affrontare tutto questo. Avendo già un piano su cui affidarti in queste situazioni sicuramente ti aiuterà a non agire in modo scorretto. Quello che condividi sul web è un’arma a doppio taglio.

Prima di tutto, non eliminare alcun commento, ma cerca di rispondere sempre. Altrimenti, ciò significa che non sei in grado di gestire certe critiche.

Rispondi velocemente! È essenziale essere preparati a questo.

Respira e rifletti. Tutto è più facile di quanto sembri. Se questo non è il tuo campo, puoi fare affidamento su professionisti, persone che si occupano solo di questa particolare area del marketing. Possono prepararti a rispondere anche al commento più negativo.

L’arte della diplomazia è un master!

Frequentemente accade che i dibattiti abbiano luogo nella sezione dei commenti. Molti startupper non sanno come affrontarlo, quindi il consiglio di un esperto li aiuterà a rispondere al meglio. Devi padroneggiare il momento dei dibattiti.

Il tuo progetto avrà sempre amanti e nemici. A volte succede che gli amanti sostengano l’idea del tuo progetto e spesso risponderanno per te. Lascia che parlino e dimostrino al pubblico che la tua idea è supportata dagli altri.

“Il significato principale del crowdfunding non è radicato nel denaro ma nella forza della comunità, è per questo che più hai dalla tua parte i social, più supporto otterrai.”

SAPERE COME USARE LE PAROLE È MOLTO IMPORTANTE!

I risultati saranno direttamente correlati al modo in cui vendi la tua idea: il linguaggio che usi e come esponi il progetto. Il linguaggio tra azienda e cliente, e in questo caso:tra startupper e sostenitori, non è lo stesso di un dialogo tra privati.

Cerchiamo di creare un legame con coloro che ci sostengono, ma dovremmo evitare informalità e eccesso di fiducia.

Un buon esempio di start-up che è cresciuto dalla sua comunità è Revi.

Revi è la soluzione più economica per gestire le recensioni, semplice da usare e capire, con un’interfaccia trasparente.

Revi è nato come un’idea chiamata “weecomments”, come ogni start-up, ha avuto sostenitori e detrattori. I detrattori dissero che non aveva senso sviluppare un altro sistema di qualcosa già presente sul mercato. Tuttavia, Pau Mompó (CEO di Revi) ha trovato una nicchia nel mercato per la sua idea. Ha notato che molti e-commerce necessitavano di un servizio personalizzato senza pagare una fortuna.

Al giorno d’oggi Revi ha 2500 clienti e sta crescendo rapidamente giorno dopo giorno. Pau ha imparato dai suoi detrattori e sostenitori e continua a perfezionare la sua idea perché “migliorare è un lavoro senza fine”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *